Polignano a Mare

Polignano a Mare è definita la “Perla dell’Adriatico” ed è il luogo ideale per immergersi in fondali incontaminati e godersi un suggestivo centro storico a picco sul mare.

Con i vicoli che s’inerpicano per il centro storico, con i suoi affacci al mare, veri e propri balconi naturali che aprono verso l’orizzonte, un mare cristallino e la roccia scolpita da cavità impressionanti, scavate dal mare, sono i segni distintivi di Polignano a Mare, conosciuta come la “Perla dell’Adriatico”, a pochi chilometri da Bari.

Polignano a Mare, famosa anche per aver dato i natali a Domenico Modugno, con la sua immensa bellezza invita proprio a Volare…almeno con lo sguardo e con il pensiero, Nel blu dipinto di blu.

Quindi, prima di abbracciare il candore del centro storico, scendete dalla scogliera davanti al paese e salutate con rispetto la statua in onore di Domenico Modugno.

Resistete alla tentazione di tuffarvi in quelle acque di un blu intenso che ormai ogni estate imperversano su tutti i social, e semplicemente soffermatevi a guardare per qualche istante lo spettacolo della città vecchia, aggrappata sopra un alto dirupo a picco sul mare ed in silenzio ascoltate la colonna sonora che proviene dalle onde del mare.

Polignano a Mare è ormai da anni una meta turistica di fama mondiale. Se possibile veniteci fuori dai mesi di alta stagione (soprattutto Luglio e Agosto), quando folle oceaniche potrebbero rendere la vostra vacanza meno attraente. Spesso, nelle serate estive, il centro cittadino lungo Via San Vito è chiusa al traffico.

👁 Cosa vedere a Polignano a Mare

STATUA DI DOMENICO MODUGNO (Punto Panoramico): Sebbene si parli da anni di creare un museo in suo onore, per ora bisogna accontentarsi solo della statua, scolpita da Hermann Mejer. Scendete le scale alle spalle della statua per raggiungere la scogliera e godetevi la vista sul paese e sulla spiaggia di Lama Monachile.

PONTE DI LAMA MONACHILE : Ponte realizzato negli anni ’30 dell’800, scorre lungo il tracciato della vecchia via Traiana, e domina la spiaggia di Lama Monachile in quanto è molto conteso dai turisti per scattare un selfie. Nel percorrerlo potrete intraprendere due strade: fare un tuffo in mare oppure proseguire per il centro storico.

ARCO MARCHESALE: Oltrepassare questo arco vuol dire aprire la porta verso il centro, infatti l’arco marchesale viene anche chiamato Porta Grande. Costruito nel 1530 e per oltre due secoli ha rappresentato l’unica via d’accesso alla città. Appena dentro, avvicinatevi ai lati ed è proprio lì che scorrevano le catene che azionavano il ponte levatoio sopra un fossato atto a difendere la città, ricoperto poi agli inizi del ‘900, quando furono anche abbattute parzialmente le mura che circondavano la città. Guardando di fronte l’arco, alla sua destra si trovano le piazze Garibaldi e A. Moro, dove potete sostare per un buon gelato.

CENTRO STORICO: Fra terrazze a strapiombo a picco sul mare e case in pietra, sulle cui porte e scalinate potete anche leggere alcune poesie, non ci metterete molto a rimanere estasiati dal posto. Passate da Piazza Vittorio Emanuele nella quale si trova il Palazzo dell’Orologio, un tempo sede dell’università. Sulla piazza si affaccia anche la Chiesa Matrice di Santa Maria Assunta di origine medievale, dove al suo interno sono custodite le reliquie di San Vito. Ma Polignano è conosciuta soprattutto per le sue balconate sul mare e quella più importante è quella si Santo Stefano che regala vedute indimenticabili su Lama Monachile; da qui potrete ammirare i tuffatori, che da una terrazza poco distante, si tuffano nei giorni della prestigiosa manifestazione Red Bull Cliff Diving, dove ogni anno sono circa 70 mila gli spettatori che affollano la spiaggia di Lama Monachile.

Red Bull Cliff Diving

La tappa di Polignano a Mare, si svolge ogni anno nel mese di Luglio. È una delle location più longeve del Red Bull Cliff Diving ed è tra le più particolari perché le piattaforme da 27 e 21 metri sono posizionate su un terrazzo privato . Tutti gli atleti, dunque, per tuffarsi devono entrare nella casa dei signori L’Abbate che da sempre accolgono tuffatori, tecnici e operai come gente di famiglia. Lo scenario, poi, è una meravigliosa arena naturale (Lama Monachile è la più celebre di Polignano) che attende con ansia l’appuntamento annuale con i tuffatori più funambolici del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *